Programma di assistenza
15 Giugno 2016
La DPI al fianco dei VV.F.
29 Aprile 2020

FAQ sui respiratori della D.P.I. relativamente al rischio rappresentato dal COVID 19

I filtri di classe P2 e P3 ed i facciali filtranti FFP2/FFP3 sono idonei contro il COVID 19?
I filtri di classe P2 e P3 ed i facciali filtranti FFP2/FFP3 sono idonei a trattenere il virus COVID 19 che si presenta in aria aggregato a droplets di dimensioni tali da essere bloccate, come risulta anche dalla circolare del Ministero della salute.

Quale filtro o facciale filtrante scegliere e quale è la sua efficienza?
• Il materiale con cui sono realizzati i facciali filtranti FFP2 ha un’efficienza > 94 %, mentre per gli FFP3 > 99 % .
• I filtri di classe P2 assicurano un’efficienza > 94 % ed i filtri di classe P3 assicurano un’efficienza >99,95 %, la quale ultima è la più elevata prevista dalla norma di riferimento (EN 143).
Oltre all’efficienza dei filtri va tenuta in considerazione l’eventuale penetrazione attraverso il facciale.
• In entrambi i casi tenere conto che a maggiore efficienza filtrante corrisponde una maggior resistenza respiratoria.
• In considerazione del fatto che non è definita per il Coronavirus una soglia di innocuità, andrebbe scelto, compatibilmente con le esigenze operative, il livello di protezione più elevato Individuabile attraverso i fattori di protezione associati ai respiratori.

Qual è il diametro che FFP2/FFP3, P2/P3 possono filtrare?
Le efficienze filtranti indicate sono misurate con particolati di diametro medio inferiore ad 1 micron.

Quale tipo di azione filtrante realizzano i filtri P2 e P3 nell’espletamento della loro funzione?
I filtri P2 e P3 offrono una barriera di tipo meccanico ed elettrostatico alla penetrazione dei particolati.

I filtri, le maschere e le semimaschere possono essere riutilizzati?
A differenza dei particolati inerti, che vengono stabilmente bloccati dal materiale filtrante, il coronavirus è in grado, anche dopo essere stato trattenuto dal materiale filtrante, di replicarsi e di contagiare per effetto di una successiva manipolazione. Ciò rende i filtri utilizzati contro il coronavirus, dispositivi monouso. Le maschere e le semimaschere, se non danneggiate, sono invece riutilizzabili dopo pulizia e decontaminazione.

Cosa si intende per monouso?
Per monouso si intende normalmente idoneo per un turno di lavoro di otto ore. Nel caso dei facciali filtranti l’uso gravoso ed il livello di contaminazione verosimili in un utilizzo professionale, ad esempio in ambito sanitario, possono richiedere la sostituzione anche ogni due/quattro ore o comunque quando risultino danneggiati.

Dove si appoggia una maschera o una semimaschera?
Non appoggiare mai il respiratore dalla parte che è destinata al contatto con il viso, su una superficie che potrebbe essere contaminata. Distendere eventualmente prima uno strato sicuramente esente da contaminazione. Non toccare mai con le mani, che potrebbero essere contaminate, la parte interna al contorno di tenuta con il viso.

Come si lava e disinfetta una semimaschera?

  • Fasi di pulizia e disinfezione
    1) Effettuare la rimozione del dispositivo muniti di guanti e posizionare sulla parte anteriore del filtro il coperchio in plastica (cod. 4201 0566). Procedere ad una pulizia esterna preliminare con una salviettina umido. Tenere presente che non bisogna bagnare il materiale filtrante con liquidi quali alcool, amuchina o equivalenti perché l’efficienza filtrante potrebbe risultarne compromessa.
    2)  Svitare il filtro con il coperchio.
    3) Immergere la semi maschera in una soluzione di acqua a temperatura ambiente contenente ipoclorito di sodio all’1% e lasciarvela per circa un’ora.
    Nota: I soggetti che abbiano allergie o reazioni di incompatibilità della pelle all’agente disinfettante non dovrebbero procedere personalmente alle operazioni di disinfezione se non indossando guanti idonei.
    4)  Estrarre la semimaschera dalla soluzione e sciacquarla abbondantemente con acqua corrente per rimuovere la soluzione disinfettante.
    5) Procedere ad un lavaggio con sapone neutro ed acqua tiepida e risciacquare accuratamente per rimuovere qualsiasi traccia di sapone.
    6) Lasciar asciugare evitando esposizione a calore che possa portarla a superare la temperatura di 70 °C
    7) Prima di riutilizzare rispettare le istruzioni prima dell’uso indicate nel manuale.

    Porta con te i nostri utili consigli. Scarica le nostre FAQ in formato PDF.

Comments are closed.

Vuoi conoscere tutte le novità sulla nostra azienda, i nostri prodotti, i nostri servizi e le nostre soluzioni di sicurezza?